http://baccbrenta.it/

il sesso anale è pericoloso

Sesso in piedi? Perchè è la posizione più …

il sesso anale è pericoloso

Definizione della parola infiammazione o flogosi: è un meccanismo di difesa non specifico innato, che costituisce una risposta protettiva

Come Capire se una Tartaruga è Maschio …

il sesso anale è pericoloso

Il sesso anale non protetto è la pratica sessuale che presenta il maggior rischio di contagio con il virus dell’HIV, anche senza eiaculazione. In caso di rottura

Gossip - Italia News - Notizie on line - …

Il dolore al testicolo è un sintomo di diverse malattie, si può verificare a destra, a sinistra o in entrambi i lati, inoltre si può irradiare allinguine o lungo

Dolore al testicolo sinistro o destro

a quanto leggevo è il caffè a fare un po’ di effetto sulla defecazione. Il fatto comunque è che le abitudini alimentari andrebbero seguite (in congiunzione con

XXL Come allungare il pene - …

Una delle credenze più diffuse è che fare sesso durante il ciclo mette al riparo da gravidanze indesiderate. Non è sempre vero però…..

Sesso e Religione, Peccati di sesso, Sesso …

Guardi con invidia agli uomini generosamente dotati, che attraversano sulla spiaggia o in piscina? Non puoi riconciliarsi con il fatto che la loro mascolinità è

Anilingus - Wikipedia

il sesso anale è pericoloso

Coppia e sessualità. Il sesso è ingrediente fondamentale in ogni relazione di coppia. La distinzione tra sesso e sessalità in un rapporto affettivo.

Il sesso anale è pericoloso? Risponde …

i più letti questo mese gli amanti di amalfi - il sesso di coppia in pubblico? È da principianti! la nuova una nuova bomba scuote il caso yara: sulla sua giacca

Psicopedagogia del rapporto anale | …

Anilingus è il nome generico di varie pratiche sessuali umane che comportano il contatto della bocca con lano o con le regioni perianali. Lanilingus è perciò una

Sesso gravidanza, sesso durante la …

il sesso anale è pericoloso

Il sesso anale non è più un taboo. In realtà, si pensa che circa il 33% di uomini e donne hanno sperimentato il sesso anale almeno una volta, ma la percentuale si

Email:
bonifica@baccbrenta.it

 




















PRESENTAZIONE


  • al Magistrato alle Acque, per i fiumi;
  • alla Regione Veneto per le opere ed i manufatti connessi alla navigazione interna;
  • al Consorzio, per i canali di bonifica;
  • ai proprietari, per i fossi privati.
  • nella realizzazione delle opere pubbliche di bonifica
  • nella manutenzione ordinaria e straordinaria dei predetti canali di bonifica (804 Km.) e degli innumerevoli manufatti di regolazione e manovra, mediante:
    • il taglio delle erbe;
    • il riescavo dei canali quando si intasano;
    • la ripresa delle frane che sovente si verificano negli stessi;
  • nella conservazione, esercizio ed aggiornamento degli impianti idrovori consorziali
  • (n 31) e dei manufatti accessori;
  • nel soddisfacimento del servizio irriguo in agricoltura;
  • nel mantenimento della portata minima vitale all’interno della canalizzazione che attraversa i centri urbani;
  • nel servizio di guardiania, di vigilanza

  • superficie di canali sfalciata: mq. 12.617.747
  • riescavo canali: Km. 28,482
  • riparazione di manufatti ed impianti: n 105 interventi
  • frane nei canali complessivamente riprese con sasso: Km. 5,494

  • Per errori materiali ammesso ricorso, anche informale, al Consorzio di Bonifica;

  • la necessit di eseguire opere pubbliche economicamente rilevanti;


  • l’apertura dello scolmatore Fossetta-Limenella con recapito in Brenta;
  • la diversificazione del Rialto nel tronco finale del Rio Spinoso.



TITOLAZIONE ESTREMI PROVVEDIMENTO DI LEGGE
TESTO DELLE NORME SULLA BONIFICA INTEGRALE R.D. 13.2.1933, n 215
R.D. 8.5.1904, n 368
D.P.R. 24.7.1977, n616
RIORDINAMENTO DEI CONSORZI DI BONIFICA E DETERMINAZIONE DEI RELATIVI COMPRENSORI l.r. 13.1.1976, n3
LEGGE GENERALE PER GLI INTERVENTI NEL SETTORE PRIMARIO l.r. 31.10.1980 n 88
NUOVE DISPOSIZIONI PER L’ORGANIZZAZIONE DELLA BONIFICA l.r. 1.3.1983, n 9
l.r. 16.8.1984, n 42
l.r. 8.1.1991, n1
l.r. 18.12.1993, n 53
NORME PER IL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLA DIFESA DEL SUOLO legge 18.5.1989, n183
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RISORSE IDRICHE (legge "Galli") legge 5.1.1994, n 36
legge 19.8.1996, n 25

COMPRENSORIO (ricadente nel territorio di 39 comuni)
Ha 58.247
Superficie sotto il livello del mare
Ha. 4.150
Superficie servita da bonifica a scolo naturale
Ha. 27.959
Superficie servita da bonifica a scolo meccanico

- a scolo alternato o parzialmente meccanico Ha. 15.842
Ha. 30.288
Lunghezza canali consorziali
- in sede demaniale  Km. 656
- in sede provata     Km. 148
Ha. 804
Impianti idrovori
Ha. 31
Portata complessiva sollevata
It/sec. 120.280
Potenza complessiva installata


- energia termica (gruppi elettrogeni)  KW 5.185
KW 9.789
Lunghezza rete di canalette e canali esclusiv. irrigui
Km. 29
Derivazioni irrigue
N. 34
Impianti irrigui
N. 18
Portata complessiva concessioni di derivazione acqua
l/s 7.495
Escavatori (n. 7 gommati e n. 2 cingolati)
N. 9
Tracciatrici
N. 7
Autocarri
N. 10
Fiorini
N. 10
Motobarche diserbatrici
N. 8

SETTORE DI INTERVENTO
IMPORTI (in  milioni)
Spese di amministrazione 2.352
Oneri di riscossione tributi 847
Personale tecnico e amm.vo (quota) 1.900
Ammortamento mutui 957
Acquisto beni strumentali 200
Opere promiscue 938
Opere bonifica 608
Opere irrigue 511
Personae di campagna 2.315
Mezzi operativi 460
Funz.to idrovre 585
Man.Fabb. e imp. idr. 451
Progett. nuove opere 500

TOTALE

12.624

Indirizzo: PADOVA via Vescovado n.11 (zona pedonale)
Numeri telefonici: Tel. 049/8751133 (n6 linee)
Fax. 049/655991
Orario ricevimento
contribuenti:
Tutti i giorni (sabato compreso) 08:30-12:00

Documenti per cambi
di propriet
: