http://baccbrenta.it/

sesso anale dopo il parto

Rapporti dopo il parto: ho calo del …

sesso anale dopo il parto

Il sesso dopo il parto Dopo il parto, può essere normale, soprattutto nel periodo dell’allattamento al seno, provare bruciore durante il rapporto sessuale,

Incinta dopo il sesso anale: "È possibile, …

Diciamoci la verità: dopo la nascita del bebè, fare sesso è forse l’ultimo dei tuoi pensieri. Trascorsi i primi tempi, però, è bene recuperare l’intimità

anale prima e dopo parto - 4904 - …

sesso anale dopo il parto

È possibile rischiare una gravidanza con il sesso anale? Il medico risponde alla dubbio della lettrice, scopri tutte le info e i consigli dello specialista.

Sesso post parto, si può | Letteradonna …

sesso anale dopo il parto

L’ASPETTO ESTETICO INIBISCE IL SESSO Dopo il parto, il feeling sessuale con il partner viene messo in discussione anche dall’aspetto fisico:

Il parto anale - Google Groups

Sembra assurdo, ma in particolare condizioni è possibile rimanere incinta dopo aver fatto sesso anale. Un urologo spiega come è possibile.

Sesso dopo il parto: si deve davvero …

e necessarie per comprendere e vivere il piacere anale. dopo il parto) la zona del sesso maschile che femminile, a vivere il massimo grado dell

Sesso dopo il parto - Nostrofiglio.it

Amore e accessori erotici dopo il parto : sesso orale, rapporto anale o uso di accessori erotici, che permettono nella donna la stimolazione clitoridea o,

Il parto anale - Google Groups

sesso anale dopo il parto

Calo del desiderio e leggera incontinenza urinaria dopo la gravidanza? Ecco cosa fare per il sesso post-partum quando gli esercizi di Kegel non bastano.

I rapporti sessuali dopo il parto - IPSICO - …

La ripresa dopo un parto Il medico mi ha detto di cominciare la rieducazione perineale solo un mese dopo il parto e che avrei potuto fare Forum Sesso

Sesso anale: consigli su come farlo e …

sesso anale dopo il parto

Quando ho chiesto ad altre neomamme di parlare della propria esperienza con il sesso dopo il parto, Per chi pratica il sesso anale,

Email:
bonifica@baccbrenta.it

 




















PRESENTAZIONE


  • al Magistrato alle Acque, per i fiumi;
  • alla Regione Veneto per le opere ed i manufatti connessi alla navigazione interna;
  • al Consorzio, per i canali di bonifica;
  • ai proprietari, per i fossi privati.
  • nella realizzazione delle opere pubbliche di bonifica
  • nella manutenzione ordinaria e straordinaria dei predetti canali di bonifica (804 Km.) e degli innumerevoli manufatti di regolazione e manovra, mediante:
    • il taglio delle erbe;
    • il riescavo dei canali quando si intasano;
    • la ripresa delle frane che sovente si verificano negli stessi;
  • nella conservazione, esercizio ed aggiornamento degli impianti idrovori consorziali
  • (n 31) e dei manufatti accessori;
  • nel soddisfacimento del servizio irriguo in agricoltura;
  • nel mantenimento della portata minima vitale all’interno della canalizzazione che attraversa i centri urbani;
  • nel servizio di guardiania, di vigilanza

  • superficie di canali sfalciata: mq. 12.617.747
  • riescavo canali: Km. 28,482
  • riparazione di manufatti ed impianti: n 105 interventi
  • frane nei canali complessivamente riprese con sasso: Km. 5,494

  • Per errori materiali ammesso ricorso, anche informale, al Consorzio di Bonifica;

  • la necessit di eseguire opere pubbliche economicamente rilevanti;


  • l’apertura dello scolmatore Fossetta-Limenella con recapito in Brenta;
  • la diversificazione del Rialto nel tronco finale del Rio Spinoso.



TITOLAZIONE ESTREMI PROVVEDIMENTO DI LEGGE
TESTO DELLE NORME SULLA BONIFICA INTEGRALE R.D. 13.2.1933, n 215
R.D. 8.5.1904, n 368
D.P.R. 24.7.1977, n616
RIORDINAMENTO DEI CONSORZI DI BONIFICA E DETERMINAZIONE DEI RELATIVI COMPRENSORI l.r. 13.1.1976, n3
LEGGE GENERALE PER GLI INTERVENTI NEL SETTORE PRIMARIO l.r. 31.10.1980 n 88
NUOVE DISPOSIZIONI PER L’ORGANIZZAZIONE DELLA BONIFICA l.r. 1.3.1983, n 9
l.r. 16.8.1984, n 42
l.r. 8.1.1991, n1
l.r. 18.12.1993, n 53
NORME PER IL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLA DIFESA DEL SUOLO legge 18.5.1989, n183
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RISORSE IDRICHE (legge "Galli") legge 5.1.1994, n 36
legge 19.8.1996, n 25

COMPRENSORIO (ricadente nel territorio di 39 comuni)
Ha 58.247
Superficie sotto il livello del mare
Ha. 4.150
Superficie servita da bonifica a scolo naturale
Ha. 27.959
Superficie servita da bonifica a scolo meccanico

- a scolo alternato o parzialmente meccanico Ha. 15.842
Ha. 30.288
Lunghezza canali consorziali
- in sede demaniale  Km. 656
- in sede provata     Km. 148
Ha. 804
Impianti idrovori
Ha. 31
Portata complessiva sollevata
It/sec. 120.280
Potenza complessiva installata


- energia termica (gruppi elettrogeni)  KW 5.185
KW 9.789
Lunghezza rete di canalette e canali esclusiv. irrigui
Km. 29
Derivazioni irrigue
N. 34
Impianti irrigui
N. 18
Portata complessiva concessioni di derivazione acqua
l/s 7.495
Escavatori (n. 7 gommati e n. 2 cingolati)
N. 9
Tracciatrici
N. 7
Autocarri
N. 10
Fiorini
N. 10
Motobarche diserbatrici
N. 8

SETTORE DI INTERVENTO
IMPORTI (in  milioni)
Spese di amministrazione 2.352
Oneri di riscossione tributi 847
Personale tecnico e amm.vo (quota) 1.900
Ammortamento mutui 957
Acquisto beni strumentali 200
Opere promiscue 938
Opere bonifica 608
Opere irrigue 511
Personae di campagna 2.315
Mezzi operativi 460
Funz.to idrovre 585
Man.Fabb. e imp. idr. 451
Progett. nuove opere 500

TOTALE

12.624

Indirizzo: PADOVA via Vescovado n.11 (zona pedonale)
Numeri telefonici: Tel. 049/8751133 (n6 linee)
Fax. 049/655991
Orario ricevimento
contribuenti:
Tutti i giorni (sabato compreso) 08:30-12:00

Documenti per cambi
di propriet
: